Il prurito diffuso o localizzato sul corpo può condizionare la qualità della vita dell’anziano, sia esso autonomo o con autonomia ridotta. Disturba il sonno, ma anche le attività quotidiane distraendo e interrompendo le attività. Provoca spesso disagio personale e sociale. Tra le principali cause fisiologiche del prurito vi sono:

  • L’alterazione fisiologica della barriera protettiva cutanea 
  • L’alterazione della naturale desquamazione cutanea

Entrambe le condizioni risultano legate all’età, all’invecchiamento generale, che comporta anche l’invecchiamento di tutti i tessuti dell’organismo, compresa l’epidermide.

Altre cause generiche del prurito possono essere:

  • varie patologie dermatologiche costituzionali o sopraggiunte nella terza età
  • normali disordini metabolici del fegato, delle vie biliari, da insufficienza renale 
  • l’uso continuativo di farmaci sistemici necessari
  • l’allettamento, che comporta stasi, compressione di alcune zone cutanee, la riduzione della motricità e quindi dell’efficienza del microcircolo cutaneo 

Esiste inoltre il prurito sul corpo da cause più specifiche e identificabili:

  • prurito da xerosi (eccessiva secchezza cutanea)
  • prurito da orticaria
  • prurito senile
  • prurito persistente senza causa
  • prurito psicogeno
  • prurito conseguente a patologie dermatologiche, neurologiche, infettive
  • dermatiti irritative da contatto
  • prurito aquagenico (derivato dal contatto con l’acqua della normale rete idrica, ricca di cloro)
  • prurito da punture di insetto
  • prurito a seguito di trattamenti per curare la scabbia
  • prurito derivato dai lavaggi eccessivi e dall’uso di detergenti aggressivi a base di S.L.S.

Il prurito intimo nell’anziano maschile e femminile è estremamente frequente. Può essere causato da:

  • incontinenza con uso continuativo di pannoloni e traverse protettive
  • secchezza ano-genitale
  • secchezza e fastidio post-menopausale
  • secchezza nell’area scrotale, proctidi e ragadi

Come si può ridurre o evitare il prurito sul corpo nell’anziano?

È possibile dare un aiuto concreto e immediato per migliorare il benessere della persona che soffre a causa del prurito, al fine di ottenere una migliore qualità della vita e maggiore comfort. Si può agire nella fase di prevenzione e nella fase immediata per calmare il prurito.

La prevenzione si concentra sul trattamento della secchezza con l’uso quotidiano di creme ed emulsioni iper-idratanti e sull’uso di detergenti oleosi specifici che apportano protezione alla pelle anche dopo il risciacquo ed evitano il disseccamento cutaneo. Esistono prodotti specifici per il corpo e per le aree intime. 

Il trattamento immediato del prurito si ottiene con l’applicazione di creme fluide specifiche:

  • al momento del bisogno per un effetto calmante immediato 
  • tutte le sere per favorire l’addormentamento
  • dopo la doccia per calmare il fastidio causato dall’acqua calda, dal cloro, dallo strofinamento con l’asciugamano e dal detergente

Come si può ridurre o evitare il prurito intimo nell’anziano?

Nello stesso modo, con la prevenzione e il trattamento, usando prodotti specifici per l’area intima:

  1. detersione delicata, protettiva con detergente intimo a risciacquo ricco di sostanze batteriostatiche e fungostatiche attive nel mantenere l’equilibrio delle mucose ano-genitali
  2. applicazione sulla cute e le mucose ano-genitali di specifica crema intima, che agisce immediatamente calmando il prurito e previene la secchezza dell’area 
SCOPRI LA LINEA LENUS